Scissione è fatta! Meno male…

E’ andata anche troppo per le lunghe, rappresentata come maturata a seguito di drammatici incontri, dai quali non si è riusciti a concludere un accordo. La verità, pretesa come segreta, è invece altra. 

Il processo del distacco dal PDL, da parte di uno specifico precostituito gruppo, è partito da tempo, dall’ ultimo convegno di Comunione e Liberazione, dove ha trovato la prima organica programmazione. 

Il piano era, e così è stato, di costituire un nuovo Centrodestra (guarda caso, si chiama proprio così la nuova formazione), a guida preminentemente cattolica, che avrebbe dovuto comprendere quanta più parte possibile del PDL, altri provenienti da formazioni in via di disgregazioni, nuovi soggetti dalla parte imprenditoriale, altri soggetti sociali. Berlusconi si sarebbe dovuto sopportare fino a naturale o legale sua decadenza, senza troppo urtarlo, per comunque utilizzarlo. 

Berlusconi ha un po’ scombussolato i piani. Non ha atteso di essere annullato gradualmente, ha capito che doveva muoversi, riassumere l’iniziativa, e questo ha fatto, riducendo l’effetto dei piani stabiliti.

I nuovi centrodestri hanno dovuto scoprirsi, perchè costretti a scegliere, con ciò manifestandosi. 

Molto meglio così. La scissione è, perlomeno, condizione di utile chiarezza: Berlusconi sarà libero di dispiegare la sua nuova iniziativa, senza freni. I fuorusciti potranno perseguire la strada tracciata, per ora nel governo con Letta, altro “socio”, prima prova di fusione con la parte cattolica del PD. 

C’è motivo di buone speranze, tutto sommato, per nuovi schieramenti e, forse, migliori impegni.

Scissione è fatta! Meno male…ultima modifica: 2013-11-16T07:37:55+01:00da zorro1914
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento