Essere governati dai Mascalzoni del PD!…

La nostra gravissima malattia è il PD! Un Partito che, incapace di esibire proprie virtù, si scaglia sui vizi altrui, veri o inventati, godendo più di questi che di quelle. Crea nemici da odiare e fare odiare, e la disputa politica, il confronto di idee, si immiseriscono in attacchi personalistici, nel dispregio degli avversari, additati come nemici da abbattere, come danno generale. Si propone unico baluardo a quelli, acquisendo consensi fraudolenti, basati sulla disinformazione, sulla diffamazione, sulla denigrazione, provocando così confusione, di fatti e di valori.

Basta guardare a come ha ridotto, questo miserabile Partito, il nostro Paese, portandolo alla guerra! Sconfitto cronicamente dal suo ventennale avversario, ha creato e diffuso l’ antiberlusconismo, usandolo per stimolare una vita politica partecipata, ma ispirata a sentimenti di odio, di vendetta. 

Addita il mostro ad una folla che inferocisce, le fa condividere ogni abuso, ogni sopruso, addirittura esaltandola per tanto potere! Si avvale, vigliaccamente, di magistrati che usano la Giustizia come arma impropria, i tribunali come cabine elettorali che truccano la reale volontà dei cittadini.

Usa persino il Parlamento per i suoi scopi, sovvertendo regole, con Presidenti delle Camere, eletti a garantire solo i suoi interessi. Osserva la forma, mai la sostanza, della legalità e, servisse, fa a meno anche della forma. Tutto facendo passare come necessità per combattere il nemico!

Riesce vitale, il PD, se può impegnarsi nell’abbattere qualche nemico; inutile, incapace di altro, quando l’opera di distruzione è compiuta. Poi, senza la spinta dell’odio, si smarrisce, e, incapace di produrre benessere, sopravvive creando razzismo, omofobia, femminicidio, diversità morale, demagogia sterile.

E il Paese si immiserisce, circuito, ingannato, per perdita di valori veri e di benessere materiale.

Essere governati dai Mascalzoni del PD!…ultima modifica: 2013-10-30T07:46:42+01:00da zorro1914
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento